Dal volume 'Leonardo da Vinci-Firme e date celate nella Gioconda'.

Metodo Buso
"...Le ricerche fatte con questo metodo, hanno condotto lo studioso veneto a individuare, tra dicembre 2019 e aprile 2020, semi celate nel celebre quadro di Leonardo da Vinci, le  firme ‘LDV-Lionardo-VS’, ‘FA Lionardo’, i numeri 1 , 5, 0, 3 tra loro ravvicinati e apposti da sinistra verso destra che potrebbero indicare la data ‘1503’ e il logo ‘LDV’, si tratta di elementi che ci consentono di stabilire la sicura attribuzione e, forse, anche la data certa di inizio dell’opera, e cosa ancora più soprendente: nella sigla ‘FA’ vi è la certezza assoluta che ad eseguire il noto dipinto sia stato il genio da Vinci. Il metodo adottato da Buso meglio ci fa comprendere le opere d’arte e i loro autori ed è in grado di evidenziare come nella Gioconda le  firme autografe che eliminano definitivamente i dubbi che ancora ci assillano davanti a dipinti poco documentati storicamente o con attribuzioni incerte che hanno fatto discutere per secoli gli storici dell’arte.
Della Gioconda hanno scritto e parlato in molti, tale è la sua importanza, l’opera è ritenuta non a torto il ritratto più celebre della storia nonché una delle opere d’arte più esaminata in assoluto.
In molti si occupano ancora oggi per ‘sviscerarne’ i reconditi segreti, i simboli e tanto altro. Già attenzionata dal metodo Buso negli anni 2009-2012 viene ora svelata ‘nell’esclusivo visibile’. Quanto ora scoperto conferisce al dipinto un ulteriore valore storico-scientifico: le quattro simili date rilevate in più parti della superficie dell’opera aprono nuovi scenari per quanto riguarda la storia del celebre quadro e dell’artista stesso..."

Terminata in questi giorni la stampa del volume. Per coloro che sono interessati ad averne copia è sufficiente rivolgersi alla casa editrice Grafiche Antiga-Crocetta del Montello-TV, allo studioso e più in avanti alle librerie.