Il demone nella Tempesta di giorgione

IL DEMONE NELLA TEMPESTA DI GIORGIONE

Da me scoperto già negli anni 2007-2008, semi celato da Giorgione nella rupe in basso del celebre dipinto 'La tempesta', questo volto di demone con il corno ha molto da dire, da suggerire. Non casuale è il fatto che esso abbia il viso rivolto verso l'acqua del torrente. Gli studi, il dossier pubblicato nel volume 'Giorgione rivelato', da me composto con la collaborazione della dott.ssa M. Daniela Lunghi di Genova, hanno ampiamente svelato gli straordinari contenuti dell'opera. Un aneddoto: al termine della presentazione del volume, avvenuta presso il museo Casa Giorgione a Castelfranco Veneto il 16 settembre 2016, il vice sindaco alzandosi in piedi ebbe a dirmi ad alta voce: "...non so cosa la gente dica e pensi ma, quanto lei ha qui mostrato (proiettato) mi ha convinto a pieno".
La reale motivazione dell'inserimento del volto nell'opera, la sua posa, i contenuti emersi nel celebre dipinto mi hanno indotto a sostituire il titolo del quadro con 'Inno alla vita' nei propositi divini', che col fulmine hanno si a che vedere ma, in altro modo, con altri significati che si evincono studiando a fondo l'opera e nel volume 'Giorgione rivelato', edizioni Grafiche Antiga 2016.