Francesco Guardi

UN DIPINTO DEL 1775,  AL TEMPO RICONOSCIUTO DA RODOLFO PALLUCCHINI.

La collezione si è a me rivolta per redarre il dossier di ricerca di questo delizioso, importante acquerello di Francesco Guardi. Una vera miniera di dati sono emersi occultati nell’intera opera ruotata nelle varie direzioni…e certamente il noto artista veneziano non si smentisce, anche in questo piccolo lavoro inserisce, occultandole con la consueta grafia a me ben nota, le scritte composte dal suo intero cognome ‘Guardi’, i monogrammi composti dalle iniziali del suo cognome e nome, le molte date ’ 75 ’, (1775) e una infinità di volti non qui  pubblicati per motivi di spazio. Mi congratulo quindi con la collezione per aver ora addossato alla storica perizia di Rodolfo Pallucchini questo dossier di ricerca scientifica, un ulteriore conforto per l'indubbia storicità e importanza dell’opera.

Luciano Buso
29 dicembre 2015