Raffaello e la firma Sanzivs

Raffaello Sanzio, il ritratto e.....

Il particolare della seconda immagine si riferisce a un'opera di Raffaello sinora sconosciuta, oggi finalmente posta in luce con il Metodo Buso, non scoperta con le parole spesso pronunciate per la dabbenaggine di chi ascolta, bensì dalle molteplici firme segrete rilevate nella superficie pittorica originale. In questo caso una piccola firma 'Sanzivs' scritta con i caratteri del tempo, del 1513. La sigla 'RA' è appena sopra a sinistra, questa sigla compare semi celata in ogni opera storica di Raffaello. Se la firma 'FA LIONARDO' fu apposta dallo stesso nella Gioconda in formato veramente piccolo, solo 8 millimetri, Raffaello appone il suo cognome, nell'opera da me scoperta, in 10 forse 15 millimetri.

Terza e quarta immagine: Sta per chiudersi l'anno della commemorazione dei cinquecento anni dalla scomparsa di Raffaello Sanzio. Un anno per certi versi importante, circa dodici mesi or sono feci la scoperta delle firme e delle date semi celate nella Gioconda di Leonardo, ma anche un anno dedito allo studio delle opere di Raffaello, e scopro oggi che il giovane artista di Urbino era in grado, proprio come Leonardo, di scrivere da destra verso sinistra. Il documento qui pubblicato per la primissima volta lo attesta in modo incontrovertibile: 'SA' iniziale di Sanzivs e 'V' iniziale di Vrbinas, viene estrapolato dall'opera nella quale è comparsa la piccola firma 'Sanzivs'.