Botticelli l'importante dipinto scoperto

Botticelli l'importante dipinto scoperto con il nuovo metodo d'indagine delle opere d'arte.
( Seguito della precedente pagina del sito: "Un dipinto sconosciuto interessante" )

Una tavola molto antica, fondo oro, dalla meravigliosa, originale crettatura, ben conservata e con dimensioni di cm. 35x45, viene studiata con il Metodo Buso.
Piccola, originale e ben conservata, ancora fortemente visibile, viene scoperta in primis dallo studioso la firma ufficiale in basso a destra "F AB", (Fecit Alessandrvs Boticelis). Appena a lato sulla destra della sigla sono presenti, a semicerchio dall'alto al basso, le lettere "BAV" (Boticelis Alessandrvs Vanni), alla lettera "V" venne apposta una terza gambetta per stabilire ulteriormente 'una freccia' che indica nella sua punta la sigla.
Quanto sopra citato parrebbe sembrare un atto arrogante e poco credibile se non fosse per lo studio scientifico di seguito apportato con il metodo Buso, che ne scopre le firme, le sigle, le date e le figure semi celate nell'intera superficie del dipinto: dall'approfondito studio emergono infatti tutta una serie di dati che permettono, con certezza pressochè assoluta, di stabilire la reale paternità dell''opera, la sua data di realizzazione, la data di nascita dello stesso Botticelli, il 1445, sinora solo supposta, e cosa non meno importante la messa in luce della scrittura originale del noto artista e il modo con cui usava firmarsi. Vinta in questo modo anche la sigla (firma ufficiale) presente in basso a destra.
Molte cose stanno cambiando negli attuali tempi, spesso o quasi sempre persiste l'ostinata/ingiustificata reazione/decisione di non volersi adeguare alle nuove scoperte per legge naturale, ma anche per 'svariati altri motivi'. Questa documentazione scientifica rappresenta quanto di meglio oggi fatto con l'ausilio della scienza e la nuova conoscenza nel campo dell'arte, verrà consegnata alle future generazioni.
Il drastico abbassamento della risoluzione delle immagini per poterle inserire nel web pregiudica la lettura dei dati scientifici procacciati, comunque visibili.