Gino Rossi-il Catalogo Ragionato

Gino Rossi, il Catalogo Ragionato della sua opera generale, a cura dello studioso Luciano Buso.

Gli studi scientifici, svolti da Luciano Buso sono approdati negli ultimi anni all’opera generale dell'artista veneziano Gino Rossi, (Ve1884-Tv1947).
Di questa figura si è molto scritto e parlato, soprattutto sono state ampiamente descritte le tristi sue vicende personali, terminate con la sua morte avvenuta in manicomio a Treviso in una uggiosa e fredda giornata di fine autunno, nell’anno 1947.
Certamente la sua arte gode oggi di una discreta fama, viene finalmente ora, dagli innovativi studi scientifici apportati in ogni sua opera, collocata tra le maggiori del primo Novecento in Italia, e finalmente una giustizia scientifica pone ulteriormente oggi in luce il reale e concreto suo valore, del tutto rifiutato dalla eminente classe accademica di allora.
Una certa confusione persiste nella reale consistenza della sua opera generale, come anche nell’incertezza attributiva di molte sue originali opere, le quali spesso vengono scambiate per dei falsi.
Dallo studio delle abbondanti scritte e figure da lui occultate d’abitudine in ogni sua opera, sono emerse verità sinora sconosciute ai più, sono comparse le opere rimaste sino ad ora in ombra, quelle giovanili, introvabili e del tutto sconosciute, le quali permettono oggi una maggior e più completa conoscenza della sua formazione.

Il valore storico della sua arte viene quindi, passo dopo passo, ripercorso nelle seicento pagine che compongono questo innovativo volume, nel quale figurano pubblicate anche le straordinarie opere, eseguite tra il 1913 e il 1915, che anticiparono al tempo l’arte moderna astratta in Italia.
Il Catalogo si rivela quindi essere un’autentica raccolta di informazioni storico-artistiche su questa importante figura di artista, raccoglie al suo interno la quasi totalità delle sue opere, comprese le nuove emerse dagli innovativi studi scientifici.
Stampato dalle Grafiche Antiga nel settembre 2014, è stato patrocinato dalla Provincia di Treviso, la cui sede occupa oggi gli spazi, ottimamente restaurati, dell’ex manicomio San Artemio, un tempo residenza fissa dello sfortunato artista…e proprio in questa sede è stato presentato il 28 novembre 2014 alla presenza del Presidente dott. Leonardo Muraro.
Lo straordinario successo di questa edizione è molto lusinghiero, nel diverso, nuovo approccio con le opere d’arte, risiede la continua sua richiesta e importanza storica.

Il volume può essere richiesto ovunque nelle librerie, a "Terraferma distribuzione", ad Amazon o direttamente allo studioso.