Giorgione e il suo Concerto campestre

GIORGIONE E IL SUO "CONCERTO CAMPESTRE".

Realizzato negli anni 1504-1508, sarò casomai più preciso sulla data quando avrò sottomano una foto del dipinto con più alta risoluzione, questo meraviglioso, sontuoso dipinto, un tempo di Giorgione, in seguito dei giorgioneschi, dal 1927 assegnato da Pietro Longhi all’allievo Tiziano per chissà quali motivazioni, oggi visitabile al Louvre con l’indicazione che riporta a Tiziano, E’ STATO ESEGUITO UNICAMENTE DA GIORGIONE. Nessuna, e ripeto ancora una volta nessuna scritta occultata riporta l’opera a Tiziano, il quale è stato da me, come molti altri artisti, ampiamente studiato in questa pratica occulta. Sono sufficienti anche alcune facili e storiche deduzioni per comprendere che quest'opera non c’entri nulla con l’allievo cadorino: essa, dai miei approfonditi studi, è stata realizzata nel 1504-1508, quindi con un Giorgione pienamente ancora attivo e operante, come lo storico dipinto di Giorgione da me studiato e pubblicato: “Il tramonto” , reca semi occultate allo stesso modo delle figure e…proprio nelle scritte celate emerse la verità più assoluta: tutte riportano i suoi conosciuti marchi segreti: “GZB”, “Giorgius, Zorzus, Barbarella”. Tali miei approfonditi studi scientifici non mentono, in nessun caso avanzano ipotesi strampalate, fatte a spanne, quanto suggellato dall’artista stesso, segretamente in ogni opera eseguita, guida gli innovativi studi e di conseguenza le più attendibili attribuzioni. In poche parole: la scienza si è evoluta anche in questa direzione, è sufficiente ora rimettersi in gioco nuovamente, studiando in ogni opera, i dati segreti apposti al tempo da ogni artista in ogni opera eseguita.
Tra i capelli del suonatore dello strumento a corda, vi è l’assoluta fondatezza di quanto da me qui scientificamente asserito, scritto e pubblicato, nessuna fuga o mal interpretazione è ora possibile da quanto emerso!
Di questo studio, come dei molti qui inseriti nel sito, vi è l'assoluta difesa e riservatezza legale dei diritti, pertanto colui o coloro che intervenissero con plagio, dovranno necessariamente rispondere alla legge italiana. E' infatti in corso, con un'importante casa editrice la realizzazione di un volume sulle opere di Giorgione.
Luciano Buso, 3 agosto 2015!