Frans Hals

Una probabile replica del noto e storico ‘Portret van een jongeman’ di Frans Hals, (Amberes 1582-83-Haarlem 26 agosto 1666).

Conservato meno bene, da pulire e da restaurare ma, che riproduce lo stesso personaggio dell'opera oggi più conosciuta di Frans Hals 'Portret van een jongeman’, questo inedito dipinto emerso in una collezione privata in Italia viene ora studiato nelle abbondanti scritte e figure segrete presenti ovunque nella sua superficie pittorica. Interessanti sono le figure occulte, che denotano un'indiscutibile genialità esecutiva da me colta solo nelle opere dei grandi maestri del passato: un espressivo volto maschile, alieno alla scena, chiaramente si intravede sullo sfondo a destra, esso è volutamente occultato. Da non sottovalutare sono le firme segrete presenti ovunque nell'opera, le quali indicano Frans Hals quale unico esecutore. In basso al centro vi è un’iscrizione ufficiale eseguita con il colore giallo usato per dipingere il guanto dell’uomo: ‘A SERIS H. PINX’, la scritta tramanda essere il dipinto originale e eseguito da H. (Hals). Scritte ufficiali incrociate quindi con quelle segrete: nel guanto compaiono semi celate, oltre le due lettere H, anche l’intera scritta ‘Hals’, in alto, nello sfondo a destra, sono semi occultate e chiaramente visibili le due lettere 'FH', iniziali del nome e cognome dell'artista; tutte insieme, le scritte emerse, suggeriscono trattarsi di una replica o verosimilmente del modello del noto dipinto sinora conosciuto: Portret van een jongeman’ di Frans Hals. Nel precedente restauro l'opera fu menomata della parte inferiore del guanto che luomo tiene tra le mani in quanto probabilmente all'epoca semi abrasa, e, cosa ancora peggiore, fu oscurata con il colore scuro del manto la firma ufficiale 'Frans H' apposta dall'artista appena sopra la scritta: 'A SERIS H. PINX', anch'essa probabilmente perchè all'epoca semi abrasa.